Consorzio Matrix Cooperativa Sociale

Struttura temporanea di accoglienza per migranti di Torino di Sangro

Il Centro di Accoglienza Temporanea di Torino di Sangro e’ubicato sul lungomare del paese, a circa un paio di Km dal centro abitato, in una frazione chiamata Borgata Marina. La posizione favorevole permette ai nostri ospiti di potersi confrontare con gli abitanti del territorio circostante e non solo, essendo Torino di Sangro una località turistica.

È raggiungibile nelle seguenti modalità:
– in autobus, le cui linee partono da Vasto e Pescara;
-in automobile, percorrendo la statale adriatica e seguendo le indicazioni per Torino di Sangro –Borgata Marina;
-in treno avendo a pochi metri di distanza la stazione ferroviaria Fossacesia- Torino di Sangro.
È possibile consultare la mappa dettagliata cliccando qui.



CHI ACCOGLIE

Il Centro può ospitare temporaneamente sino a n.50 rifugiati, profughi, migranti forzati, ossia persone che fuggono in cerca di protezione, dopo essere state costrette ad abbandonare, il loro Paese di origine, in riferimento al diritto d’asilo previsto dalla Costituzione italiana, all’articolo 10: “Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge”.

 

I SERVIZI OFFERTI:

1) Servizi di gestione amministrativa

  • Registrazione degli ospiti;
  • Produzione di un report giornaliero destinato alla Prefettura e alla locale Questura.
  • Controllo e verifica della piena funzionalità dell’efficienza degli impianti della struttura.

2) Servizi di assistenza alla persona

  • informazioni circa le regole comportamentali del Centro ed il ruolo dei diversi operatori all’interno del centro, nonché l’esplicazione del ruolo dei diversi enti (ACNUR, Organizzazioni non governative, enti di tutela ecc.);
  • servizio di barberia;
  • servizio di lavanderia;
  • Erogazione dei pasti (somministrazione di prima colazione, pranzo e cena, in base al numero delle presenze effettive nel centro, secondo le modalità di cui alle specifiche tecniche di cui al DM 21 novembre 2008 e le esigenze alimentari legate ad eventuali patologie/allergie e alle caratteristiche culturali);
  • Servizio di trasporto dei cittadini stranieri dalla struttura di accoglienza alla locale Questura e alle strutture sanitarie della ASL di volta in volta individuate.
  • possibilità di espletare le funzioni religiose, lasciando a ciascuno la libertà di professare il proprio culto religioso;

3) Servizio di assistenza sanitaria

  •  Screening medico d’ingresso e conseguente compilazione di una scheda sanitaria per ciascun ospite;
  • Attivazione della procedura di assegnazione del Medico per gli stranieri e di attivazione del codice STP/ENI;
  • Primo soccorso sanitario, espletato in apposito presidio medico, allestito all’interno della struttura;
  • Eventuali trasferimenti presso strutture ospedaliere secondo quanto previsto ex art. 34 del d. Lgv. 25 luglio 1998, n. 286.

4) Servizio di assistenza psicologica

Il servizio è volto a garantire un sostegno psico-sociale in base alle specifiche esigenze dei singoli beneficiari, con particolare attenzione a persone appartenenti a categorie vulnerabili, valutate in modo tempestivo al momento dell’ingresso nel centro. Si esplica in colloqui individuali e/o di gruppo.

 5) Servizio di assistenza infermieristica

  • Somministrazione dei farmaci prescritti dal medico;
  • Cure di primo soccorso in caso di infortunio e, se necessario, accompagnamento in ospedale;
  • Aggiornamento costante del registro di infermeria;
  • Aggiornamento del medico di ogni mutazione dello stato fisico del malato;
  • Prenotazione di visite specialistiche ed esami diagnostici disposti dal medico.

6) Servizio di pulizia ed igiene ambientale

  • Pulizia giornaliera e periodica, igiene ambientale delle camere, dei servizi igienici e di tutti i locali del centro;
  • Periodica disinfestazione, derattizzazione e deblatizzazione delle superfici.
  • Raccolta e smaltimento rifiuti.

7) Fornitura di beni

 La struttura fornisce tutti i generi di prima necessità come di seguito elencati:

  • ll rinnovo di generi consumabili con l’uso (quali sapone, shampoo, dentifricio, carta igienica, ecc.)
  • Prodotti per l’igiene personale e vestiario intendendo la fornitura del minimo necessario al momento dell’ accoglienza presso la struttura e, all’occorrenza, il rinnovo dei beni da effettuare periodicamente al fine di garantire l’igiene e il decoro della persona.
  • Effetti letterecci adeguati al posto occupato, composti da materasso, cuscino, lenzuola, federe e coperte, che saranno periodicamente cambiati, e quant’altro utile al confort della persona;
  • Erogazione del “pocket money” nella misura di Euro 2,50 pro capite/pro die, fino ad un massimo di Euro 7,50 per nucleo familiare, da erogare sotto forma di soldi contanti, “buoni” (spendibili in strutture ed esercenti convenzionati) o di carte prepagate da utilizzare a seconda delle necessità dell’ospite (per schede telefoniche, snack alimentari, giornali, sigarette, fototessera, biglietti per trasporto pubblico).
  • Erogazione di una tessera con ricarica telefonica di Euro 15,00 all’ingresso.

8) Servizi per l’integrazione

  •  Mediazione linguistica e culturale, che garantisce la copertura delle principali lingue parlate dagli ospiti e che affianca gli operatori dei vari servizi, al fine di facilitare la fruibilità degli stessi da parte dei beneficiari.
  • Attività di svago/socializzazione (animazione socio-culturale; laboratori ricreativi; partecipazione ad eventi sociali attivati dalla cittadinanza; organizzazione di feste presso la struttura; partecipazione ad eventi ludici e sportivi; partite di calcio effettuate sia negli spazi adibiti della struttura, sia in campi di calcetto di proprietà ecclesiastica, grazie alla collaborazione con le parrocchie);
  • Lavori socialmente utili (numerazione dei civici con piastrine in ceramica dipinte a mano; potatura degli alberi e abbellimento dei giardini; pulizia delle strade, compresa la spalatura della neve dal centro delle strade; assistenza e compagnia agli anziani frequentanti i centri diurni e/o inseriti in strutture residenziali, ecc.);
  • Informazioni e aggiornamento costante circa la normativa italiana ed europea concernente l’immigrazione e l’asilo politico, i diritti e doveri e la condizione dello straniero;
  • Corso di lingua italiana, svolto ogni mattina, tutti i giorni dal lunedì al venerdì, ad opera di un docente e diversi tutor mediatori;
  • Orientamento al territorio, informazione ed assistenza nei rapporti con la Questura competente per l’inserimento nel sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati;
  • Supporto nella ricerca di lavoro e di alloggio.

 

CARATTERISTICHE

La struttura di Torino di Sangro è sita all’interno di un albergo sviluppato su tre livelli.
Il piano terra è composta da una cucina, un ambiente unico adibito a sala pranzo e utilizzato per le varie attività didattico-ricreative, una piccola sala di accoglienza con divani e reception, il bagno utenti (con bagno per disabili) ed in fine la zona lavanderia.
Ogni livello ha 11 stanze doppie con bagno interno,dotate di aria condizionata e phon.
Al primo e al secondo livello sono presenti 2 stanze( per piano) con bagno per disabili.

MODALITA’ DI ACCESSO

L’accesso al Centro è gestito a cura della Prefettura-Utg di Chieti tramite la convenzione stilata tra quest’ultima ed il Consorzio Matrix, ente gestore della Struttura. Pertanto le segnalazioni relative agli immigrati, al rispettivo numero da inserire e ai tempi di permanenza, provengono dalla Prefettura.

CONTATTI

Centro Accoglienza Temporanea di Torino di Sangro(CH),
Via Costa Verde, 96  –  66050, Torino di Sangro(CH)
Responsabile Struttura:Fabio Luongo
Cell: 328.0597890   Fax: 081 19305509
e-mail: info@consorziomatrix.it

Share